Industria

La diversità dei forni e delle stufe industriali SAT e l’ampia gamma termica di lavoro, da 20 a 750°C, ci permette di essere presenti su numerosi processi di fabbricazione.

FORNI E STUFE PER COTTURA DI RIVESTIMENTI

Polvere, liquido o alta temperatura, tutte queste vernici possono essere polimerizzate in forni statici o continui.

Applicazione di rivestimenti antiaderenti, anticorrosione, lubrificanti secchi, applicazione di rivestimenti metallici a spruzzo (metallizzazione).

Applicazione di vernici sintetiche – epossidiche – poliuretaniche.

PTFE (politetrafluoretilene), FEP, PFA (perfluoroalcossi), ECTFE/HALAR (etilene clorotrifluoretilene), PEEK.

Lire plus Lire moins

STUFE E TUNNEL PER IL RISCALDAMENTO DI BARILI

Il preriscaldamento di materiali prima dello svuotamento richiede precisione e può essere soggetto a norme vincolanti come l’ATEX.

Le stufe e i tunnel SAT rispondono a queste esigenze.

Ogni tipo di riscaldamento prevedibile: bioenergia, elettricità, gas, vapore, fluido termovettore…

Lire plus Lire moins

STUFE E FORNI DI DEGASSAMENTO

Tappa importante del processo di qualifica di viti e sistemi di fissaggio. Le stufe SAT sono particolarmente adatte allo scopo.

Il degassamento è un’azione di deidrogenazione di un pezzo reso fragile dall’idrogeno. Questa operazione viene generalmente applicata dopo un trattamento per via elettrolitica su acciai sottoposti a trattamento termico.

Il degassamento viene realizzato in un forno regolato ad una temperatura e su una durata stabilita dalla classe dell’acciaio, dalla resistenza, dal materiale e/o dal capitolato d’oneri allegato.

Lire plus Lire moins

FORNI E TUNNEL PER IL PROCESSO DI COTTURA DEGLI ELASTOMERI

Processo di post-vulcanizzazione per prodotti quali: tubi dei radiatori, giunti, silenziatori, finecorsa di ammortizzatori, soffietti, manicotti e passafili ecc…

Stufa stagna al 100% grazie alla saldatura continua delle lamiere interne per una protezione ottimale del coibente, sopprimendo l’accumulo di materiali pericolosi (solventi…) e il rischio di incendio di questi residui.

Un’estrazione dimensionata secondo il tipo di elastomero impiegato per limitare l’incrostazione dell’impianto e i costi di manutenzione.

Lire plus Lire moins

STUFE E TUNNEL PER LA FABBRICAZIONE DI PEZZI IN POLIURETANO E POLICARBONATO

  • Cottura di poliuretani
  • Preriscaldamento di placche di policarbonato prima della formatura

 

Lire plus Lire moins

FORNI DI ESSICCAZIONE E POLIMERIZZAZIONE DELLE VERNICI

Le bobinature dei motori elettrici, molto numerose nell’industria, sono cotte nella stufa per procedere all’essiccazione e alla polimerizzazione delle vernici.

Lire plus Lire moins

TUNNEL DI TRATTAMENTO TERMICO SU FIBRE TESSILI: FIBRA DI VETRO E CARBONIO

Tunnel per il trattamento delle fibre.

Il trattamento “tessile” applicato sui filamenti in uscita dalla filiera consiste nel depositare un agente legante che assicura la coesione dei filamenti tra loro, diminuendo l’abrasione e facilitando le ulteriori manipolazioni (tessitura) ed evitando la formazione di cariche elettrostatiche.

Forno per l’eliminazione dei prodotti di trattamento sui tessili intessuti per permettere un’impregnazione ulteriore di resina sul tessuto.

 

Lire plus Lire moins